Probabilmente saprete benissimo che gli italiani sono circa 60 milioni e che il paese in cui vive la maggior parte degli italiani si chiama Italia.

Ma c'è una cosa che non tutti sanno: il secondo paese al mondo in cui vivono più italiani è.... indovinate?

La Germania.

In Germania vivono circa 800.000 italiani, numero che comprende sia gli italiani nati in Germania (cioé figli di emigranti italiani), sia gli italiani che si sono trasferiti in Germania in età adulta.

Nel primo gruppo ci sono molti italiani cosiddetti di "terza generazione", cioé figli di italiani che sono a loro volta nati in Germania. Si tratta di italiani che non si differenziano in nulla dai tedeschi, salvo il cognome italiano.

Fra di essi ci sono molte personalità dello spettacolo, della politica, del giornalismo. Il direttore di una delle più importanti testate tedesche ha un cognome italiano. Un famoso mezzobusto televisivo è di origini italiane. Italiana anche una giornalista che tiene un seguitissimo talk show politico alla TV.

Del secondo gruppo fanno parte tutti quegli italiani che sono venuti in Germania negli ultimi dieci anni, alla ricerca di migliori opportunità di lavoro. Molti di essi sono laureati, il che ha fatto parlare di una "fuga di cervelli".

Non c'è da stupirsi che l'emigrazione italiana in Germania abbia avuto un picco dopo negli anni fra il 2010 e il 2019: dopo l'unificazione dei titoli universitari nell'Unione Europea (avvenuta a partire dal 1999 con il Processo di Bologna), una laurea italiana vale quanto una laurea tedesca ed è facile per una persona qualificata trovare un lavoro più che dignitoso. 

Ma non è soltanto una questione di benessere materiale. La società tedesca presenta invidiabili aspetti di coesione sociale. Qui si sono affermate idee come la socialdemocrazia e l'ambientalismo.

Tutto questo in un paese che è vicinissimo all'Italia: da Monaco di Baviera al Brennero ci sono circa due ore di macchina. 

Purtropo, nonostante la vicinanza geografica e culturale, la Germania viene percepita dall'opinione pubblica italiana attraverso un filtro pieno di pregiudizi. Nella stampa italiana non è raro trovare articoli che parlano di questo paese come "imperialista", "egemone", per non parlare dei continui rimandi al nazismo. Quando vedo la foto della ex cancelliera Merkel, riprodotta da un giornale italiano con i baffetti alla Hitler, sono costretta a scuotere la testa: la signora Merkel è nata sotto la dittatura comunista, è figlia di un pastore protestante ed è una democristiana di sinistra. 

Per questo ho deciso di realizzare questo blog: in esso vi parlerò di come si vive in Germania, toccando aspetti di vita quotidiana e aspetti politici. Vi stupirete di venire a sapere che i tedeschi non si rivolgono a un superiore chiamandolo "dottore". Che i libri di scuola vengono distribuiti gratuitamente. E che moltissimi tedeschi amano l'Italia e tutto ciò che è italiano. 

Un blog per tutti coloro che vogliono conoscere la realtà di questo paese, e anche per coloro che pensano di venire a vivere qui. Non è poi così lontano.


Commenti